Banner
Messaggio
  • Direttiva Europea e-Privacy

    Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il sito, l'utente acconsente di ricevere questi tipi di cookies sul suo dispositivo.

    Leggi la direttiva EU e-Privacy

La stazione meteor scatter del GABB si rinnova (parte prima)

di Giuseppe Massimo Bertani

autoshot geminidi 2017 2017-12-12T00-00-00Z 00915

 

Premessa

E' passata un po' d'acqua sotto i ponti dal mio precedente articolo riguardante i miei primi approcci alle tecniche di meteor scatter, una tecnica di radar passivo applicata al rilevamento dell'ingresso di meteoriti in atmosfera.

La stazione del GABB nel frattempo si è evoluta sia dal punto di vista dell'hardware utilizzato che del software, spinta dall'idea di mettere in piedi una stazione ricevente attiva 24h.

E' richiesta perciò una buona dose di automazione, per discriminare – sia in tempo reale che a posteriori - gli echi radar dovuti a meteore da quelli di altra natura allo scopo di estrarre qualcosa di presentabile su web in tempi relativamente brevi riducendo lo sforzo di selezione manuale degli eventi registrati e utilizzando hardware a basso costo.

Questi obiettivi, ad oggi, sono stati raggiunti solo in parte, in quanto la stazione 24h non è ancora operativa, ma non mancheranno ulteriori sviluppi.

 

Novità hardware

Per prima cosa, una stazione ricevente attiva 24h ha bisogno di una antenna fissa e ben posizionata. La Moxon fatta in casa andava quindi rimpiazzata con una antenna più robusta e affidabile, da installarsi sul tetto o a muro. Dal momento che il radar GRAVES opera sui 143,050 Mhz, una antenna per la banda radioamatoriale dei due metri (144..146 Mhz) sembrava la scelta più appropriata.

 

sigma 3elem

 Antenna direttiva Yagi a 3 elementi Sigma

 

Mi sono così orientato verso una Yagi da 3 elementi della Sigma, che ho montato con una zanca fuori dalla mia finestra puntandola verso Sud. La soluzione non mi soddisfa ancora, perché vorrei trovare una soluzione meccanica per puntare l'antenna verso il cielo, con un alzo di una trentina di gradi mentre adesso è quasi orizzontale. Funziona lo stesso, ma inclinandola verso l'alto mi aspetto di prendere un po' più di segnale. Mi è stato inoltre suggerito (Max IK0VVE) di polarizzare l'antenna in verticale, ovvero di ruotare l'asse centrale dell'antenna (detto boom) di novanta gradi in modo da disporre gli elementi in verticale. Per quanto strano possa sembrare, non sono ancora riuscito a trovare il pezzo che mi serve per effettuare questa rotazione:

un tubo di alluminio a L dal diametro di 3..4cm con il lato verticale lungo 60 cm e quello orizzontale 15

l'ho scritto qui nel caso qualche lettore possa darmi informazioni su dove trovarlo (scrivete a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

Ora che disponevo di una antenna posizionata in modo permanente, ho affrontato il problema delle interferenze causate dalle stazioni radio commerciali FM che - nella zona densamente popolata dove abito – sono numerose. Ho quindi acquistato online un filtro notch 88-108MHz .

 

fotofiltro

 Filtro arresta-banda (Notch) per 88-108 MHz

Altra novità importante riguarda il ricevitore: anziché utilizzare una chiavetta DVB-T ho acquistato un ricevitore Nongles N3 che pur essendo sempre basato sui chip R820T2 + RTL2832U delle chiavette DVB-T, è dotato di una circuiteria di contorno un po' più raffinata allo scopo di ottenere un ricevitore più stabile, meno sensibile alle variazioni di temperatura e meno rumoroso. Può anche essere alimentato da una sorgente esterna per evitare di sovraccaricare la porta USB del PC. Inoltre viene montato in un case metallico verde così carino che l'avrei comprato anche se fosse stato vuoto :D

 

nonglesn3

Ricevitore RTL-SDR Nongles N3

 

Il filtro è stato posizionato a valle dell'antenna, subito prima dell'ingresso del ricevitore. Si noti che il filtro utilizza dei connettori di tipo SMA mentre il Nongles N3 ha un connettore di tipo F come ingresso d'antenna. Inoltre il cavo d'antenna che mi entra in casa porta un connettore classico da antenna TV. Per collegare insieme il tutto, ho dovuto farmi montare due cavi di adattamento ad hoc presso un negozio di elettronica non trovando in commercio adattatori già pronti per quei tipi (e quella polarità) di connettori.

 

P 20180115 215349 1 p

Prove di ricezione con un Raspberry PI  al posto del PC

Come si può vedere dalla foto, la stazione – se così possiamo chiamarla – è ancora provvisoria perché viene messa in funzione solamente in occasione di sciami meteorici dato che il PC utilizzato è piuttosto datato e rumoroso, con quella ventola che di notte sembra di dormire a fianco di una turbosoffiante.... Sono attualmente in corso delle prove per sostituirlo con un PC più silenzioso, l'ideale sarebbe fanless, ma intento provo con quello che ho in casa: un netbook con lo schermo rotto e un Raspberry PI B+ di terza generazione .  Che vinca il migliore.

[continua...]

 

 

 

 

 

 

 
Banner
Gallery
    
utenti online
 12 visitatori online